vivere con il gatto

La relazione con il gatto ci accompagna da diversi millenni. Il nostro amico felino è stato un eccellente alleato nel difendere i nostri raccolti dall’intrusione di piccoli animali intenti a rubarci le nostre scorte e per molti secoli ha assunto un ruolo determinate nell’aiutarci a difendere il frutto del nostro duro lavoro. Con l’avvento della società moderna e contemporanea, il ruolo del gatto si è vieppiù modificato in una dimensione conviviale e di convivenza senza compiti pratici.

consulenza della relazione felina

 

Questo ha modificato parecchio i parametri entro i quali si esprimono le dimensioni di relazione, obbligando i nostri felini ad adattarsi in contesti che spesso risultano ipostimolanti e anche fonte di stress. La Consulenza della Relazione Felina si inserisce in questo contesto con l’intenzione di offrire ai proprietari dei gatti, degli spunti e degli strumenti per migliorare la propria relazione con l’animale di casa creando le opportunità migliori per una convivenza equilibrata e arricchente.

 

educazione e adozione

 

Prima che il nuovo micio venga accolto in casa, sono tante le cose che si possono fare per facilitare il suo ingresso:

  • predisporre gli ambienti a misura di micio e con parametri di sicurezza;

  • organizzare il territorio dei gatti già presenti in funzione del nuovo coinquilino che arriverà a breve;

  • valutare il carattere dei mici presenti (o eventualmente di altri animali, p.e. del cane) per stilare un piano di inserimento ad hoc;

  • nel caso in cui ci fosse incertezza se farlo uscire o meno, valutare i fattori di rischio e predisporre gli spazi di sicurezza;

  • ricevere un’introduzione all’etologìa del gatto, alla sua comunicazione con l’uomo (olfattiva, visiva, tattile) e con gli altri animali, comprendere cosa si aspetta dal suo ambiente e da chi lo vive, al fine di aderire il più possibile alle sue esigenze di specie.

 

problemi comportamentali

 

Nell’arco di un primo incontro, sulla base dell’osservazione diretta dell’ambiente in cui il gatto vive, della sua famiglia umana e non umana, delle modalità di interazione e degli stimoli ricevuti, si cercherà di ricostruire:

  • l’origine del comportamento, ovvero le cause scatenanti;

  • i fattori che lo rafforzano, ovvero perché il gatto continua a mantenere il comportamento scorretto;

  • una strategia risolutiva, con l’obiettivo di restituire al micio la sua serenità e il suo equilibrio.

 

Questi sono solo alcuni dei problemi che possono presentarsi e su cui si può lavorare:

  • eliminazioni fuori dalla cassetta;

  • vocalizzazioni eccessive;

  • aggressività verso persone, altri gatti, altri animali;

  • paure e stati d’ansia;

  • tensioni sociali tra gatti di casa o altri animali.

indicazioni generali

 

Da un punto di vista evoluzionistico il gatto è sia predatore che preda e questo fa sì che sia un animale dal profilo etologico poliedrico e composto di molte sfaccettature diverse. Per questa ragione è importante tener presenti alcuni elementi generali nella convivenza con questo animale permettendogli di avere a disposizione:

  • stimoli ludici;

  • spazi che gli permettono di fare esercizio fisico;

  • possibilità di esplorazione.

 

Altrettanto importante sono elementi legati al potersi sentire a proprio agio in casa:

  • disporre di spazi adeguati al riposo e ad altri momenti di privacy;

  • accesso a luoghi sopraelevati;

  • è inoltre auspicabile avere libero accesso all'ambiente esterno.